VVVVVV: abbecedario della bestemmia

La generazione di attuali console sta per finire e quindi tra poco sarà tutto un “TOP 20 GAMES XBOX, PS3 ECC ECC” e io allora vi parlo del mio videogioco preferito: VVVVVV di Terry Cavanagh.

La particolarità, che salta subito all’occhio, del giochino in questione è che lo si potrebbe giocare su un Commodore 64 anche se la data la pubblicazione punta il 2010. Sia ben chiaro che non voglio fare la posa dell’hipster a tutti i costi, che si gioca le merdate solo per sostenere in qualche triste forum disperso per l’Intertron, che nell’ennesimo clone di Super Mario, disegnato in pixel-art, la poetica dell’opera vada ricercata nello Zarathustra nietzschiano, perché quando per l’ennesima volta cadi nel burrone e riparti da poco prima è una metafora  dell’ontologia dell’eterno ritorno. Vabbé il mondo è un posto orribile. Questo giochino invece  è piaciuto più o meno a tutti quindi posso rifugiarmi nel ventre caldo del branco.

continua a leggere…

Annunci

Massimo Dolore

image

Ricordo quando mio padre mi regalò il primo PC. Era circa il 2001 io avevo sognato innumerevoli notti cosa fare con un cazzutissimo Pentium 3 350 MHz/256 MB RAM/Voodoo 5 5500 e per la modica cifra di quattro milioni di lire in un 1/350e6 [s] ero diventato il ragazzino più figo del quartiere.

Ovviamente ero ben intenzionato a far fruttare scolasticamente l’acquisto appena fatto grazie ai 24 comodi cd-rom dell’enciclopedia Encarta regalata da qualche parente scellerato e posso dire di aver consumato la tastiera giocando a Quake Arena a costruirmi un futuro pieno di risposte su quanto è alto il Monte Bianco. Ad ogni modo un bel giorno il mio spacciatore di videogiochi mi da in mano una copia di Max Payne e dice giocalo e io “non ciò un cazzo da fare ti credo che ci gioco bello mio!”
continua a leggere

Pulse: Volume One

Pulse dei Cipher Prime Studios è un giochino del 2011 per padelle cliccabili di quelli che fanno gli spot alla Scientology.

È un rhythmic game che si basa sul sincronismo tra musica e tocco (graziealc… Vabbè), personalmente l’unico tipo di prodotto ludico apprezzabile su device mobile.
Il pattern di gioco, prego notare il tecnicismo, è geniale : tutti siamo stati adolescenti, quindi tutti abbiamo avuto un brufolo in vita nostra. La dinamica è questa. Quando la pallina diventa un bubbone putrescente grossa, bisogna schiacciarla. Tutto qua.
continua a leggere