Massimo Dolore

image

Ricordo quando mio padre mi regalò il primo PC. Era circa il 2001 io avevo sognato innumerevoli notti cosa fare con un cazzutissimo Pentium 3 350 MHz/256 MB RAM/Voodoo 5 5500 e per la modica cifra di quattro milioni di lire in un 1/350e6 [s] ero diventato il ragazzino più figo del quartiere.

Ovviamente ero ben intenzionato a far fruttare scolasticamente l’acquisto appena fatto grazie ai 24 comodi cd-rom dell’enciclopedia Encarta regalata da qualche parente scellerato e posso dire di aver consumato la tastiera giocando a Quake Arena a costruirmi un futuro pieno di risposte su quanto è alto il Monte Bianco. Ad ogni modo un bel giorno il mio spacciatore di videogiochi mi da in mano una copia di Max Payne e dice giocalo e io “non ciò un cazzo da fare ti credo che ci gioco bello mio!”
continua a leggere

Annunci