Tempesta di squali

sharknado29f-2-web

Mio nonno mi raccontava la storia di un leone. Durante non so quale avventura in un paesello africano dove naturalmente lui non era mai stato d’un tratto si palesa a mio nonno un felino enorme, incazzoso e affamato. A questo punto io ero già pisciato sotto di paura e lui da maestro rapsodo rincarava la dose, lo stronzo. Infatti dopo una battaglia estenuante che si sarebbe risolta ai punti in un incontro tra gentiluomini, per una disattenzione il mio avo stava per capitolare (cosa che avrebbe reso difficile l’esistenza di questo blog) sotto le fauci di Mufasa, a questo punto però con un fiero colpo di reni il mio progenitore ficca lesto lesto un braccio dentro il leone fino alla coda e con un possente gesto a stantuffo lo rivolta come un calzino, letteralmente. 45 minuti di applausi e io che faccio l’elicottero col pisello in segno di giubilo e virile approvazione. Non so quante volta sia stata ripetuta questa vicenda in salse leggermente diverse, ma fino ai 6 anni ero sempre terrorizzato da questa favola.

continua a leggere

Annunci